Una guida di facile consultazione, in costante evoluzione e ricca di consigli. Pensata per tutti coloro che guidano i bambini nel loro percorso di crescita e sviluppo.




Malattie e sintomi

Scabbia

Cos’è? È una infestazione contagiosa della pelle da parte di un parassita, chiamato “acaro della scabbia”; la femmina scava delle piccole gallerie appena al di sotto della superficie esterna della pelle per deporvi le uova; queste si dischiudono dopo pochi giorni per liberare le larve. Il contagio è dovuto a stretto contatto con persone affette e non è difficile che un intero nucleo familiare sia contagiato. La scabbia si manifesta negli individui di qualsiasi livello sociale (non solo nelle famiglie povere con carenti condizioni igieniche) e a qualsiasi età; c’è un ritorno di questa malattia infettiva soprattutto nelle grandi città. Dal momento che gli acari non vivono più di 2-3 giorni al Leggi il wiki »

Impetigine

Cos’è? L’impetigine è un’infezione superficiale della pelle causata da batteri (streptococco e stafilococco). Questi batteri sono presenti normalmente sulla nostra pelle, pronti ad approfittare di un indebolimento delle barriere protettive (p. es. una zona intaccata da punture di insetti, da tagli, graffi, o altre infezioni cutanee) per moltiplicarsi velocemente. L’impetigine è un’infezione altamente contagiosa (si può trasmettere toccando le lesioni), che interessa più frequentemente bambini di età compresa tra 2 e 5 anni. Quali sono i sintomi? Si manifesta con la comparsa di piccole zone rosse della pelle in rilievo che si trasformano prima in vescicole contenenti un liquido torbido e poi in croste marroncino- giallastre. Le zone più colpite sono il Leggi il wiki »

Dermatite

Dermatite atopica La dermatite o eczema è una malattia infiammatoria cronica della pelle molto comune e di cui non si conosce la causa precisa, sebbene sia probabilmente il risultato di una combinazione di fattori ereditari familiari e di stimoli irritanti che favoriscono la secchezza, l’arrossamento e il prurito della pelle. Compare spesso nel 2°-3° mese per regredire spontaneamente durante l’adolescenza o l’età adulta. All’inizio interessa volto, collo, torace, poi si concentra maggiormente in corrispondenza di gomiti, ginocchia e polsi. Il decorso della malattia è vario con periodi di completa scomparsa (soprattutto d’estate) e periodi di peggioramento (in inverno o in seguito a infezioni). È caratterizzata da chiazze rosse che possono evolvere anche Leggi il wiki »

Congiuntivite

Cos’è? La congiuntivite è una infiammazione della congiuntiva, la membrana che riveste l’interno della palpebra e la parte bianca dell’occhio (la sclera). La malattia è molto comune, assai fastidiosa ma raramente pericolosa. Generalmente si manifesta con arrossamento della congiuntiva, gonfiore delle palpebre, sensazione di sabbia nell’occhio, prurito, lacrimazione intensa e intolleranza alla luce. Può essere causata da un’infezione da batteri o virus, da un’allergia o da irritazione da fumo, vento, polvere o agenti inquinanti. La congiuntivite batterica si presenta generalmente con secrezioni dense di colore giallo o verdognolo, che possono “incollare” le ciglia rendendo difficile l’apertura degli occhi al risveglio. La congiuntivite virale si manifesta soprattutto con lacrimazione e intolleranza alla luce; Leggi il wiki »

Laringospasmo

Cos’è? La laringite è un’infiammazione delle vie respiratorie, vicine alle corde vocali, che comporta un rigonfiamento della mucosa e la riduzione del passaggio dell’aria. Di solito la causa è un virus, in genere nel periodo autunno-inverno; più raramente può essere la conseguenza di una reazione allergica. Nei bambini al di sotto dei 5 anni di età, con una maggior frequenza tra 1 e 2 anni può causare laringospasmo. Quali sono i sintomi/segni? Il laringospasmo si presenta soprattutto di notte, all’improvviso, in bambini che di solito hanno il raffreddore da qualche giorno. Esordisce in genere con un violento attacco di tosse spesso abbaiante, accompagnato da un respiro che produce un rumore caratteristico (stridore) Leggi il wiki »

Asma

Cos’è? L’asma è la più comune malattia cronica nell’infanzia e si manifesta con sintomi quali tosse, aumento della produzione di muco, respiro affannoso con sibili (“fischi” che si possono ascoltare appoggiando l’orecchio al torace del bambino o talvolta anche a distanza). Nell’asma la contrazione della muscolatura bronchiale riduce il diametro delle vie aeree, ostacolando il passaggio dell’aria. La frequenza con cui possono comparire questi sintomi varia a seconda dei casi e del grado di controllo della malattia; in alcuni casi possono manifestarsi solo quando il bambino è sottoposto a uno sforzo (asma da sforzo). A cosa è dovuto? L’asma è il risultato dell’interazione tra fattori genetici (se uno o entrambi i genitori Leggi il wiki »

Pediculosi

Cos’è? Il pidocchio è un insetto di 2-4 millimetri, che vive e si riproduce esclusivamente sulla testa dell’uomo (soprattutto nuca, tempie e dietro le orecchie) e si nutre del suo sangue; la femmina deposita ogni giorno fino a 10 uova (le lendini), che si fissano fortemente ai capelli con una sostanza collosa; da ogni lendine nel giro di 10 giorni nasceranno i pidocchi, che impiegheranno altri 10 gg. per diventare adulti e riprodursi. Il contagio avviene esclusivamente per contatto: il pidocchio non salta e non vola e può sopravvivere lontano dalla testa dell’essere umano 1-2 giorni al massimo. Quali sono i sintomi/segni? La pediculosi (“avere i pidocchi”) si manifesta con un intenso Leggi il wiki »

Ossiuri

Cosa sono? Nel bambino piccolo i vermi parassiti più frequenti sono gli ossiuri che hanno la forma di sottili filamenti bianchi di circa un centimetro di lunghezza, molto mobili. Gli ossiuri crescono nell’intestino e sono facilmente visibili durante le ore notturne o al mattino presto, quando escono dall’ano rilasciando tutte le uova per poi morire. Il sintomo principale di questa infezione è il prurito provocato dal movimento dei vermi; esso si fa più intenso quando il bimbo è a letto, durante la notte; oltre al prurito sono possibili anche dolori addominali, insonnia, irritabilità e vaginiti nelle bambine. L’infestazione colpisce prevalentemente i bambini in età prescolare e scolare. L’infestazione da ossiuri avviene per Leggi il wiki »

Stipsi

Cos’è? La stitichezza (stipsi) non è una malattia, ma un sintomo che solo raramente è associato a patologie. La definizione di stitichezza non si basa (solo) sulla frequenza delle evacuazioni, ma anche sulla presenza di feci dure con difficoltà e dolore all’evacuazione. Non è da considerare “stitico” un bambino che non evacua tutti i giorni. Nel lattante allattato al seno il numero di evacuazioni può variare da una evacuazione ogni poppata a una ogni 5-6 giorni, pur rimanendo nell’ambito della normalità. Come si cura? La stitichezza nel lattante è quasi sempre di origine alimentare: può essere causata da una somministrazione troppo precoce di cibi solidi o di latte artificiale non adeguatamente diluito. Leggi il wiki »

Vomito – Diarrea

Vomito e diarrea sono sintomi frequenti nei bambini. Spesso sono dovuti a una gastroenterite (infezione che colpisce lo stomaco e l’intestino), malattia molto comune nei bambini soprattutto nei più piccoli. Nella maggior parte dei casi la gastroenterite è dovuta a un’infezione virale, in particolare da rotavirus, un virus altamente contagioso che infetta quasi tutti i bambini prima del compimento dei 5 anni di età. Il vomito occasionale non deve preoccupare, generalmente è associato a una malattia acuta (p. es. influenza, faringite, otite), di cui può essere anche il sintomo iniziale, e si risolve spontaneamente quando l’infezione guarisce. Come si cura? In genere non è necessario utilizzare farmaci. È essenziale evitare la perdita Leggi il wiki »

Vai alla barra degli strumenti