Una guida di facile consultazione, in costante evoluzione e ricca di consigli. Pensata per tutti coloro che guidano i bambini nel loro percorso di crescita e sviluppo.




Disturbi neuropsichiatrici

Autismo (disturbi dello spettro autistico)

Cos’è? I bambini vengono al mondo con la motivazione e la capacità innate per cominciare a stabilire un’immediata relazione sociale con chi si prende cura di loro. Sorridono, adorano le coccole, ridono e rispondono con entusiasmo a giochi come il gioco del cucù o “nascondino”. Alcuni bambini non interagiscono in questo modo previsto e sembrano chiusi in un loro proprio mondo caratterizzato da routine ripetitive, comportamenti strani e particolari, problemi di comunicazione sia verbale che non verbale, e mancanza o ridotto interesse per gli altri. Queste sono caratteristiche comuni a un insieme di disturbi, chiamati disturbi dello spettro dell’autismo. All’interno di questo spettro le caratteristiche difficoltà compaiono in modo sfumato dalla più Leggi il wiki »

ADHD (deficit di attenzione)

Cos’è? I genitori sono spesso in difficoltà quando ricevono frequenti comunicazioni dalla scuola perché il loro bambino non ascolta l’insegnante o disturba in classe. Una possibile ragione per questo tipo di comportamento è il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, l’ADHD (acronimo per l’inglese Attention Deficit Hyperactivity Disorder). Anche se il bambino con ADHD spesso vorrebbe essere un bravo alunno, il comportamento impulsivo e le difficoltà a prestare attenzione interferiscono e causano problemi nel contesto della classe. Tutti i bambini possono a volte mostrare disattenzione, impulsività e/o iperattività, ma il bambino con ADHD presenta questi sintomi e comportamenti più frequentemente e in maniera più intensa di altri bambini della stessa età. Leggi il wiki »

Disturbi d’ansia

Cosa sono? I bambini manifestano preoccupazioni e paure in momenti diversi dell’infanzia e nelle fasi dello sviluppo. Per esempio, dall’età di 8 mesi i bambini possono mostrare disagio intenso (ansia) nei momenti di separazione dai loro genitori o possono avere paura del buio, dei temporali, di alcuni animali, o la paura degli estranei. Tutto ciò è normale. I bambini ansiosi invece sono tesi o preoccupati in modo grave e persistente. Spesso chiedono frequentemente di essere rassicurati e le loro preoccupazioni interferiscono con le normali attività quotidiane. Quando i bambini sono impauriti, il mondo può sembrare loro enorme, minaccioso, pericoloso, un posto dove non si sentono sicuri e non possono fidarsi degli altri. Questo, Leggi il wiki »

Depressione

Cos’è? La depressione è un disturbo i cui sintomi persistono e interferiscono con il funzionamento famigliare, sociale e scolastico del bambino o dell’adolescente. Non solo gli adulti soffrono di depressione; anche i bambini e i ragazzi possono sviluppare disturbi depressivi. I bambini sotto stress, che hanno subìto una perdita o che hanno disturbi di attenzione, di apprendimento, del comportamento o ansia, sono a maggior rischio di sviluppare depressione. Quali sono i sintomi/segni? Tipici sintomi depressivi sono la tristezza, il senso di inadeguatezza, di mortificazione e di vergogna, la paura di non essere amati, la sensazione di esclusione dal gruppo, il senso di colpa, l’incapacità a esprimere e a modulare l’aggressività. Il bambino Leggi il wiki »

Vai alla barra degli strumenti